Cavalletto centrale o laterale ?

Bel dilemma . . . quale è meglio ?



Le scuole di pensiero si dividono sicuramente di fronte a questa domanda esistenziale di fondamentale importanza per il genere umano.

A parte gli scherzi è sicuramente vero che gli scooterclisti (non ho scritto sbagliando . . . si tratta
della specie umana a due ruote motorizzate : gli scooteristi ed i motociclisti) hanno da sempre le loro preferenze e difficilmente cambiano abitudine (se non fortemente costretti dalle circostanze).

Se partiamo analizzando il peso del mezzo (senza considerare i cavalletti elettronici che sono di un altro pianeta) e ci limitiamo all'universo scooter, ecco che il peso è una bella discriminante . . . per chi è piuttosto gracile alzare uno scooter sul cavalletto centrale non è propriamente un gioco da ragazzi
(e sicuramente non lo è per chi possiede un Adiva dal 250 in su !) ma . . . il cavalletto centrale sembra dare maggiori garanzie di tenuta . . . o no ?

Una breve analisi

cavalletto centrale pro : 

  • insensibilità alle inclinazioni del terreno
  • possibilità di liberare le ruote (anche se una alla volta)
contro :

  • fatica nel posizionarlo
  • fatica nel disinserirlo
  • impossibilità di disinserirlo con pavimenti perfettamente lisci (ceramica o altro, dove rischiate un'ernia nel disarcionarlo e trascinate lo scooter per tutto il pavimento)
  • necessità di terreno a pari livello tra i due piedini
  • esposizione a venti forti o urti di auto che possano ribaltare il mezzo
cavalletto laterale pro :

  • estrema leggerezza nel posizionamento o nel disinserirlo
  • stabilità del mezzo (entrambe le ruote a terra)
  • insensibilità a venti o urti (eccetto tornado, uragani, autotreni impazziti o altro)
  • perfetto per pavimenti lisci o sconnessi
cavalletto laterale contro :

  • terreno cedevole 
  • terreno in discesa/salita
  • asfalto cotto dal sole
  • dimenticanza nel ritrarlo e lo scooter non parte (a quanti è successo?)
A voi la parola  . . . .

Read more...

la . . . copertina !!

Ecco un altro atteggiamento mentale da correggere . . . : niente coperta per le gambe in scooter . . . non è per niente "in" . . . mai sentito nulla di piu' assurdo !

Si tratta di un'invenzione coi fiocchi che, soprattutto con uno scooter "coperto", rende la protezione dagli agenti atmosferici praticamente insuperabile.


Ovviamente leader è la "Tucano" (tanto per non fare nomi), ma qualunque sia il produttore, il concetto è il medesimo : 1) compra la "copertina", 2) installala sul tuo scooter coperto, 3) vai in scooter anche con l'uragano !

Soprattutto se provvista anche di salopette da appendere al collo, svolge l'unico lavoro che non riesce alla copertura dello scooter e cioè . . . riparare gambe e piedi, anzi meglio . . . dalla vita in giu', oltre a riscaldare piacevolmente le cosce nei climi piu' freddi (non è determinante lo so . . . ma visto che c'è !).

Altra funzione importantissima : riparare lo scooterista dagli schizzi delle auto che ci transitano vicino e che incappano nelle "poche" buche delle nostre tenutissime strade.

Infine un ulteriore vantaggio da non dimenticare : per quanto mi riguarda non lo smonto mai, limitandomi a raggomitolarlo davanti alle ginocchia in estate e lo tiro sulla sella ogni volta che parcheggio agganciandolo bene . . . ecco . . . la sella dura il doppio ! Fatelo sia estate che inverno
ed eviterete tagli e screpolature del tessuto della sella, oltre a proteggerla da "regali" inaspettati di piccioni, gatti, ecc.



Read more...

  © Blogger template Techie by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP