CI RIPROVIAMO !

CI RIPROVIAMO !
Dobbiamo assolutamente discutere e confrontarci sul destino degli scooter coperti !

in tanti consigliano lo scooter al posto dell'auto . . .

Forse anche i redattori di "in sella" hanno letto i nostri ultimi post : esce infatti sull'ultimo numero della rivista l'articolo "ti muovi e risparmi", dove nel sottotitolo si esorta chiaramente a comprare uno scooterone, (più protettivo possibile !), invece di cambiare auto !


traffico,scooter anti traffico,nevrosi da traffico,traffico impazzito,combattere il traffico
L'auto in città viene chiaramente definita "un lusso inutile" e per evitare code, ingorghi, smog e nevrosi si consiglia l'acquisto degli scooter che, con il bonus rottamazione di 500 Euro appena approvato, vengono a costare meno della metà di un'auto anche se scontata anch'essa.

La cilindrata consigliata è quella logica : 200/300cc, logica in quanto permette di avere uno spunto più che sufficiente per districarsi nel traffico ed una discreta riserva di potenza per tangenziali o viaggi e gite più lunghe . . . che sia davvero giunto il momento di una scelta ecologica, economica, comoda e moderna (in una parola : intelligente ?)

Staremo a vedere.

Read more...

vale la pena . . . ?

tetto,pioggia,scooter tetto,scooter coperto,parabrezza,scooter pioggia,moto tetto

Navigando nella rete, leggendo riviste specialistiche ed osservando i commenti nei forum, una delle domande, (o meglio dei dubbi), che appaiono manifestati più frequentemente da coloro che si avvicinano al mondo degli scooter coperti è : vale la pena di acquistare un "coperto", spendendo anche di più, rispetto ad uno scooter tradizionale ?


Vorrei analizzare il problema partendo da alcune considerazioni generali che investono la
 tipologia ed il carattere di chi poi lo dovrà guidare e che ne
 definiscono l'attitudine o meno a questa scelta.

Lasciando momentaneamente da parte il prezzo di acquisto (che spesso, anche in questi momenti di crisi economica, non determina la scelta trattandosi di un prodotto così importante !), bisognerebbe partire a considerare l'uso che si andrà a fare del mezzo, ma soprattutto bisogna porsi una domanda : potrà questo mezzo sostituire l'auto in tutto e per tutto ?

tergicristallo scooter,parabrezza scooter,tre ruote scooter,scooter pioggia,neve scooter
La risposta (ve la anticipo) è si, senz'altro, sicuramente, ed a questo punto bisogna riconsiderare la spesa in termini di risparmio rispetto all'acquisto dell'auto, non di sovrapprezzo sull'acquisto di uno scooter.

Le riserve riguardano solamente la presenza di problemi fisici, il trasporto di oggetti più o meno ingombranti, il trasporto di più di 2 persone (e solamente adulti) e l'eventuale viaggio/vacanza di 2 o più persone per numerosi chilometri.

Domanda : posso ovviare a queste riserve usando l'auto di un parente, della moglie, di un amico, oppure noleggiandone una ? Se la risposta è si, siete (quasi) pronti ad acquistare uno scooter coperto ! (certo se siete agenti di commercio e viaggiate per l'Italia con il campionario al seguito le cose si complicano !).

Se siete invece un adulto in discreta salute, vivete in un centro urbano o in periferia anche estrema, avete un impiego nel circondario o perlomeno non dovete macinare chilometri su chilometri giornalieri, ed avete in famiglia un qualunque parente (con il quale non avete litigato !), che vi può prestare un'auto almeno 3 volte all'anno, rientrate nella categoria dei possibili acquirenti.

Lo scooter coperto ci agevola tutti gli spostamenti della giornata in qualunque stagione ; per i periodi in cui eventuale neve o ghiaccio ci ostacolerebbero la circolazione, anche l'auto sarebbe meglio lasciarla a riposo (ho qualche riserva per gli scooter a tre ruote e coperti, come l'Adiva che uscirà a fine anno : probabilmente se la caverebbero meglio di un auto su molti percorsi innevati o ghiacciati e  . . .  senza le catene !).

Non ditemi che il freddo è un problema perchè con gli indumenti e gli accessori motociclistici odierni non è possibile soffrirne (tenuto anche conto che, con lo scooter, non dovete certo preoccuparvi del freddo che solitamente ci assale in auto nei lunghi momenti di coda, considerando anche i ridotti tempi di viaggio !).

Riassumendo, come ho già avuto modo di dire parecchie volte e che ripeto ancora : se volete uno scooter come mezzo esclusivamente estivo, da gita fuori porta con il sole, ma siete tenaci automobilisti e mai e poi mai pensereste di salire in sella in una giornata metereologicamente meno che perfetta ; se durante le code o gli ingorghi automobilistici rimanete perfettamente calmi ed approfittate del tempo perso per ascoltarvi l'ultimo cd del vostro cantante ; se non avete problemi di tempo e di orari e potete permettervi di girare in macchina tutto il tempo necessario a trovare un parcheggio libero ; se amate frequentare gli autolavaggi nel fine settimana per poi scorrazzare la domenica con il vostro gioiello a quattro ruote tirato a lucido ; se ve ne fregate del consumo di carburante e dell'inquinamento atmosferico pensando che tanto non lo potrete risolvere da soli ; se vi vergognereste a farvi vedere in sella ad un due ruote che (avete pensato almeno una volta) "assomiglia ad una cabina telefonica con ruote" . . . . . . . se condividete tutti questi "se" ebbene allora no, non vale la pena di acquistare uno scooter coperto !


Read more...

al postino non far sapere . . . .

 . . . che esistono gli scooter coperti !!!!


E' una delle terribili e grigie giornate di pioggia continua che caratterizzano questo infausto inverno, parcheggio il mio Adiva vicino ad un ufficio postale e vicino a me si infila un Liberty Piaggio delle Poste Italiane, carico e sporco sino all'inverosimile.


posta,poste italiane,poste,postini,pioggia,piaggio liberty
Sfilo le gambe dal Termoscud e scendo dal riparo del mio tettuccio con l'ombrellino già aperto (quando piove lo tengo sul cruscotto !) ed incrocio lo sguardo perplesso del postino completamente zuppo di pioggia, grondante dal casco e dalla gialla giacca cerata : osservo la sporta anteriore semiaperta dove la pioggia sta distruggendo le buste ed i plichi e lo guardo mentre estrae veloce la corrispondenza dal baule posteriore bagnandosi e bagnandola a più non posso; incrociamo un ultimo sguardo mentre mi allontano e leggo nei suoi occhi una domanda inespressa . . . . : ma perchè non ci dotano di scooter con il tetto ?

Me lo sono sempre chiesto anch'io (e forse anche voi !) : perchè i postini, obbligati ad usare ovviamente lo scooter per muoversi all'interno delle città (altrimenti consegnerebbero oggi la corrispondenza del 1985), sono costretti ad usare scooter scoperti ed inzupparsi come spugne ?

Ipotizziamo che le Poste Italiane abbiano scelto i loro mezzi in base ad un mero criterio
 economico (quelli che costavano di meno !!), oppure per una convenzione stipulata con una ditta italiana (ma anche Adiva lo è !), trascurando (volutamente ?) la possibilità di coprire la testa ai propri dipendenti, anche se siamo certi che Adiva avrebbe volentieri discusso una eventuale fornitura così cospicua e anche vantaggiosa nell'ottica del ritorno di immagine.

Non sappiamo e quindi non ci sbilanciamo oltre . . . rimane il fatto che i postini . . . ci guardano con odio !


Read more...

Prezzi e considerazioni . . .

Vogliamo soffermarci ora su di un aspetto che sembra stare molto a cuore ai lettori del blog e che si aggiudica uno dei primi posti nell’elenco, (piuttosto scarno, per la verità), delle critiche ai prodotti Adiva : il prezzo degli scooter !soldi,adiva,scooter coperto,scooter cabrio,tetto,scooter

Abbiamo stilato un elenco di alcuni concorrenti 250cc della serie Ad                                                                                                                            

 

Scooter Prezzo
Piaggio Beverly 250 cruiser € 5.000
Yamaha X-Max 250 Black € 4.890
Peugeot Geopolis 250 executive € 4.800
Piaggio X-Evo 250 € 4.700
Suzuki Burgam 250 IE € 4.740
Aprilia Scarabeo 250 IE € 4.690
Yamaha X-City 250 € 4.490
Kymko Xciting 250 I € 4.395



Possiamo vedere da questo elenco, come il prezzo dell’Adiva (circa € 5.300) sia di circa 500 euro superiore ai concorrenti.



Non ci sembra che questa esigua differenza di prezzo possa diventare un importante elemento di critica, considerando inoltre l’unicità del progetto Adiva, con la presenza del tetto removibile (ricordiamo che il tetto non solo è retrattile all’interno del baule posteriore con una manovra di 30 secondi, ma è anche interamente asportabile, con la possibilità di trasformare lo scooter in un normale “cielo aperto”), adiva,scooter coperti,scooter cabrio,parabrezza,scooter pioggia dei deflettori, della capacità di carico, del parabrezza assolutamente automobilistico e con la presenza del tergicristallo a due velocità, garanzia di una visibilità unica nel suo genere.



Un punto che vogliamo evidenziare e sottolineare è che, data la protettività e l’usabilità del progetto Adiva, a nostro parere ne andrebbe ponderato e valutato l’acquisto al posto di una seconda auto : certo, se le auto in famiglia sono già 2 o più e lo scooter è solamente un mezzo accessorio più che altro estivo o “salvacode”, allora il prezzo d’acquisto potrebbe sembrare elevato, ma se lo consideriamo come un mezzo effettivo per lo spostamento di uno o più membri della famiglia e completamente sostitutivo di un automobile (e credete : lo può assolutamente diventare !), ecco che diventa un acquisto del tutto affrontabile ed anzi consigliabile !

Read more...

  © Blogger template Techie by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP