CI RIPROVIAMO !

CI RIPROVIAMO !
Dobbiamo assolutamente discutere e confrontarci sul destino degli scooter coperti !

per scooteristi convinti . . .

neve,scooter neve,scooter coperti,scooter tetto,scooter pioggia,moto neve,moto inverno,scooter inverno,parabrezza scooter,parabrezza moto,tergicristallo moto,tergicristallo scooter,gomme da neve,gomme da neve moto,gomme da neve scooter,pioggia scooterCredo di condividere il pensiero di tutti coloro che hanno fatto dello scooter una filosofia di vita (o meglio, una filosofia di movimento !), nel descrivere la frustrazione di questi giorni di neve e ghiaccio anche a bassa quota quando, per lavoro o comunque per spostarsi, dobbiamo per forza ricorrere all'auto (nostra o di qualcun'altro !).


Represso a fatica il desiderio di uscire per andare a cercare catene per scooter (non sarebbe
neanche tanto il problema di trovarle, quanto quello di riuscire a montarle !), una volta liberata la moto dalla neve e dopo aver provato a fare qualche metro slittando e imbarcandosi,
ci arrendiamo convincendoci a cercare un'auto disponibile.

scooter coperti,tettuccio scooter,tetto scooter,pioggia scooter
Generalmente la si trova anche se non "nostra" (devo ancora vedere uno scooterista "coperto" che si vanta di possedere anche un'auto, praticamente mai usata; casomai è l'auto di "famiglia", della moglie, dei figli, della compagna, ecc.), ce ne appropriamo per cause di forza maggiore (tanto tutte le attività non strettamente necessarie degli altri membri della famiglia sono rallentate o soppresse causa maltempo) e ci avventuriamo in questo "amarcord"
automobilistico.

Se eravamo arrivati ad abiurare l'auto in tempi normali causa code nel traffico, lu
ngaggini, congestionamenti, ecc. figuriamoci ora con strade innevate e ghiacciate, mezzi di soccorso, automobilisti più imbranati del solito, corsie ridotte e chi più ne ha più ne metta . . . percorsi poche metri ci pentiamo
amaramente di esserci inscatolati ma sappiamo di non aver avuto scelta e quindi . . . sopportiamo stoicamente !

Ma sopportiamo solo sino all'arrivo a destinazione quando, i numerosi giri
concentrici tra sensi unici a noi sconosciuti e lunghi serpentoni semifermi culminanti nell'assoluta impossibilità di trovare un parcheggio (vero e autentico dramma che ci preoccupava sin dalla partenza !), ci fanno sbottare in maledizioni assortite ed imprecazioni inedite e coloratissime e con la solenne ripromessa di non usare più l'auto neanche in caso di cataclisma ambientale, confidando che con l'avvento dei tre ruote coperti si possano superare, in sella, anche particolari avversità climatiche come con l'auto (ma senza lo stress al quale non riusciremmo mai più ad abituarci !!!)

0 commenti:

  © Blogger template Techie by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP