CI RIPROVIAMO !

CI RIPROVIAMO !
Dobbiamo assolutamente discutere e confrontarci sul destino degli scooter coperti !

Siamo impazienti . . .


. . . e chi non lo sarebbe ?


Continuiamo a vedere Piaggio sfornare versioni su versioni dell'MP3 e proporlo ormai in tutte le salse (125-250-300-400-hybrid, ecc) sdoganando completamente il progetto tre ruote e
confermandone la bontà tecnologica con le percentuali di vendite in Italia a all'estero e ci chiediamo . . . ma Adiva ?

Il sito ufficiale della casa dedica una icona con un trafiletto al tre ruote, vantandone le doti ma non spendendo neanche una parola circa la data di immissione sul mercato.

Voci e "rumors" degli "aficionados" Adiva, semiconfermate a mezza bocca dagli addetti ai lavori, fanno trapelare che il progetto è fatto e finito : manca solamente l'immissione sul mercato scoraggiata, forse, dal perdurare di questa maledetta crisi.

La curiosità è tanta : quante motorizzazioni verranno prodotte ? e quali ? sarà ripescato il motore 400 cc ? ci sarà l'ABS ? quanto costerà ?

Per adesso ci teniamo la nostra curiosità anche perchè, a questo punto, difficilmente vedremo il debutto del tre ruote prima del 2011, di sicuro comunque, tutti gli "Adivi" stanno sognando di sostituire il loro mezzo con il nuovo tre ruote : chi è abituato ad usarlo tutto l'anno (probabilmente il 90% dei possessori di Adiva) come può resistere alla tentazione di coniugare la mitica protettività Adiva con la sicurezza e la versatilità delle due ruote anteriori ?

Si prospetta davvero un mezzo "totale" che relegherà l'automobile a qualche sporadica apparizione, ma intanto . . . non ci resta che attendere !


6 commenti:

Gabriele 28 agosto 2010 17:49  

...ciao...
chi scrive è un motociclista che sta "appendendo" le manopole al chiodo x sopraggiunte condizioni negative...
prima di abbandonare definitivamente le 2 ruote a marce (altro che scooteroni a gas...!!!) ho cercato di collimare le mie esigenze x gli spostamenti lavorativi alla praticità nel traffico, la duttilità e versatilità... ed ecco la soluzione... ADIVA...!!! sono in trepida attesa che esca il modello a 3 ruote ma dal sito della casa continuano a prendere tempo... ho inviato decine di mail richiedendo informazioni ma non ho ricevuto altro che scuse e inviti ad attendere... speriamo non ci tirino il bidone...!!!

dagherrotipo 12 settembre 2010 17:53  

Ciao Gabriele e benvenuto,
non credo proprio che il tre ruote sia una favola metropolitana anzi, sarà una splendida realtà che ci farà dimenticare completamente l'auto !
Come ho scritto nel blog (e come ho sentito da indiscrezioni !), il prodotto è pronto e finito, la casa sta solamente prendendo tempo nella commercializzazione in attesa che riprendano fiato le vendite massacrate dalla crisi.
Non dovrebbe mancare poi molto . . .

Anonimo 23 settembre 2010 11:45  

io ho il 250 e me lo tengo stretto, sono più attratto dalla rimessa in produzione del 400 più che dal tre ruote, il tre ruote andrà visto alla prova pratica, nel tempo come si comporterà e resisterà alle accidentatissime strade che abbiamo....
speriamo che Adiva curi un po meglio gli assemblaggi e i particolari, penso che qualcosa di più lo sapremo al prossimo salone di Milano.

dagherrotipo 23 settembre 2010 16:34  

il 250 non si tocca !!! Certo il 400 è un bel mezzo ma chi fa poco extraurbano rischia di pagarne i consumi e basta.
Per quanto riguarda il tre ruote non credo che avrà problemi sulle strade così come noi ne ha l'MP3 della Piaggio, anzi, il guadagno in termini di stabilità (e noi Adivi sappiamo bene cosa vuol dire viaggiare in extraurbano a 100 all'ora con il tetto montato !) credo sarà notevole.
Per plastiche ed assemblaggi hai ragione . . . speriamo in una cura maggiore.
Ciao.

Anonimo 24 settembre 2010 11:10  

Be chi fa poco extraurbano ha il 200 che per le città è perfetto, per chi lo usa sopratutto in extraurbano il 400 è indispensabile, del tre ruote mi preoccupa l'affidabilità del sistema nel tempo, avessimo strade perfette il problema non si porrebbe, ma visto che giornalmente si "centrano" decine e decine di buche non vorrei che il sistema gestito da un mono-armortizzatore si deteriori velocemente, sicuramente sotto l'acqua e nei mesi invernali il sistema a tre ruote presenta non pochi vantaggi.

dagherrotipo 24 settembre 2010 14:48  

Quello che scrivi è vero : diciamo che l'ideale sarebbe avere la panoramica completa dei modelli (tutti in produzione) e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze.
La scelta della casa di eliminare il 400 è stata sicuramente dettata dalla scarsa commercializzazione visto il prezzo . . . speriamo ci ripensino.
Per quanto riguarda il tre ruote, nonostante le strade, credo proprio che la tecnologia avrà il sopravvento : non credo facciano uscire un prodotto senza averne testato la robustezza in strada comunque . . . vedremo !

  © Blogger template Techie by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP