CI RIPROVIAMO !

CI RIPROVIAMO !
Dobbiamo assolutamente discutere e confrontarci sul destino degli scooter coperti !

saloni . . . .

Nonostante l'assenza di Adiva all' E.I.C.M.A. di Milano (scelta condivisa da altri costruttori del calibro di Honda e Yamaha), la casa di Benevento (soprattutto la filiale orientale), ha deciso di essere presente al TOKIO MOTOR SHOW 2009 (dal 24/10 al 04/11/09, date quasi concomitanti con l'EICMA), presentando la gamma di prodotti che ben conosciamo con

l'aggiunta di due progetti assolutamente innovativi.

La circostanza che, nonostante la crisi, Adiva abbia voluto presenziare al salone di Tokio piuttosto che all'Eicma (comunque sempre in compagnia di Honda e Yamaha che hanno scelto anch'esse la vetrina orientale al posto di quella europea), la dice lunga circa la consist
enza del mercato asiatico e la conseguente percentuale di penetrazione degli scooter coperti nel settore orientale piuttosto che nel nostro paese (e nell'Europa in generale), come già trattato in un nostro post precedente qui.

Innanzitutto una notizia : i due progetti innovativi di cui parliamo non comprendono il tre ruote che tutti aspettiamo con curiosità, segno che, nonostante il prodotto sia probabilmente finito e pronto ad essere lanciato sul mercato (come confermato anche da molte voci sul nostro forum !), la casa vuole davvero attendere una consolidata ripresa commerciale prima di lanciare un modello che dovrebbe avviarsi ad essere la punta di diamante della produzione.

Non comprendono il tre ruote quindi, ma si tratta sempre di due modelli del tutto particolari.
Il primo è uno scooter cittadino ruote alte a propulsione integralmente elettrica
(assomiglia al "free" della Piaggio) con batteria estraibile da sotto la sella e ricaricabile alla normale rete elettrica.
Pedana piatta, bauletto integrato di serie, freni a tamburo e pedali !!

Raggiunge e mantiene i 40 kmh e per prestazioni, costi di manutenzione e di acquisto lo si è voluto equiparare ad un normale scooter 50cc con motore a scoppio, con la notevole e rilevante differenza del totale rispetto per l'ambiente con emissioni zero sia acustiche che di scarico.




mostre scooter,saloni scooter,esposizioni scooter,motociclo,motocicli,scooter freddo,scooter pioggia,tettuccio scooter,scuter coperti,parabrezza scooter,scooter elettrici,scooter batteria,scooter per l'ambiente
Mentre il secondo progetto è un tre ruote . . . un po' particolare, assolutamente in linea con le tendenze del mercato orientale nei motocicli da trasporto di persone o cose che derivino più o meno direttamente dai risciò o dai tricicli cinesi :

conserva le caratteristiche estetiche Adiva (manubrio, sella, forcelle, parabrezza con tergicristallo, tetto fisso questa volta), ma diventa monoposto allargando il retrotreno con la doppia ruota atta al trasporto soprattutto di carichi pesanti (vedi foto piccola in basso a destra) o della seconda (ed eventualmente terza persona).

Non conosciamo la motorizzazione, ma dovrebbe essere dotato anche questo di propulsione elettrica con batterie al litio.
ecoscooter,scooter ecologici,motori elettrici,dueruote elettrici,ciclomotori elettrici,ciclomotori a batteria,scooter a tre ruote,tre ruote,tricke





In conclusione possiamo notare un fermento produttivo che, se dalle nostre parti non si estrinseca con le attese novità, dimostra comunque che, se la domanda è consistente, Adiva risponde con prodotti di avanguardia e perfettamente indicati al mercato che andranno a soddisfare.

Per quanto ci riguarda, non resta che aspettare la commercializzazione dell'agognato tre ruote, sperando che l'interesse crescente verso tale progetto e per gli scooter coperti in generale, (almeno a giudicare dai post del nostro forum), possa invogliare la casa ad accelerarne l'uscita !



0 commenti:

  © Blogger template Techie by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP